Dodil, il dildo con cui scatenare la fantasia!

Il dodil è un dildo modellabile e biodegradabile. Per chi mi conosce sa che solo questa prima frase mi avrebbe conquistata! Un dildo che posso modellare e trasformare a mio piacimento? Tutte le volte che ne ho voglia? Fatto di materiali rispettosi dell’ambiente? SI grazie!

L’abbiamo ordinato a inizio novembre ma è arrivato dopo due settimane. C’è stato un problema con la prima spedizione (il corriere ha danneggiato il pacco) quindi hanno dovuto spedirmene un altro. Se leggendo la descrizione e le varie recensioni ero già pazza del dodil, a questo punto avevo perso la testa anche per la compagnia! Infatti il loro servizio di assistenza è impeccabile! Hanno risposto immediatamente a tutte le email che ho inviato e sono stati molto professionali e disponibili. La seconda spedizione è arrivata col corriere espresso in 2 giorni. Fantastici.

Recentemente hanno aggiunto sul sito la possibilità di comprare il dodil senza thermos. In questo modo è possibile comprarlo ad un prezzo inferiore nel caso non lo vogliate. Infatti con il thermos costa 79€ mentre senza costa 59€. Probabilmente lo avrei comprato lo stesso insieme al thermos se ci fosse stata questa scelta a novembre.. E troppo carino e adoro il colore! Ma ho molto apprezzato questa novità. Con un prezzo inferiore diventa più accessibile. Più persone potranno comprarlo e godere di questa meraviglia.

Come funziona?

Il dodil ha una parte interna in bioplastica, che diventa malleabile se riscaldata, ed un rivestimento esterno in silicone. Un estremo del dodil resta sempre rigido ed ha una “d” stampata sopra. A quanto pare è necessario per non fargli perdere la forma. La consistenza è più rigida degli altri sex toys in silicone ma il rivestimento è liscio e piacevole al tatto. Sfortunatamente il rivestimento di silicone è anche molto fragile perciò evitate di sbatterlo su superfici taglienti.

Per cambiargli la forma dovete lasciarlo in acqua bollente per mezz’ora, con la parte rigida fuori dall’acqua. Dopo mezz’ora diventa morbido e facile da modellare. Potete dargli la forma che preferite, allungato e più sottile, oppure corto e doppio, ricurvo per raggiungere meglio il punto G, liscio o con rigonfiamenti.. Dopo avergli dato la forma potete aspettare che si raffreddi da solo (circa 15 minuti). Oppure potete far scorrere sopra l’acqua fredda del rubinetto per farlo raffreddare subito. Personalmente preferisco questa seconda opzione. E più veloce e permette di passare subito alla parte piacevole..

Se per caso non siete soddisfatte della forma rimettetelo subito in acqua bollente, aspettate una decina di minuti e diventerà nuovamente morbido. Un giorno gli ho cambiato forma tre volte in questo modo. Mi sono però resa conto che alla terza il processo di raffreddamento era più accelerato. Dovete essere veloci a dargli forma. Suppongo fosse perchè arrivati alla terza volta l’acqua non era più bollente come all’inizio.

La prima volta

Diciamo che il primo esperimento non è stato proprio un successo. Ho usato il filo arancione che arriva insieme al dildo per formare vari rigonfiamenti. Questo era il risultato:

Esteticamente mi piaceva un sacco. Ne ero entusiasta! Poi l’ho provato… Ed è stato un disastro.. Terribile. La prima pallina era gigante per la mia povera vagina.. Si rifiutava di farla entrare figuriamoci di godere della sua compagnia.. E stato odio a primo contatto. Ma visto che non mi arrendo l’ho tratta in inganno.. Ho usato il Moka di PicoBong sul clitoride per avere un orgasmo e poi ho riprovato col dodil. Questa volta è entrato però non riusciva proprio ad essere piacevole.. Ho scoperto di avere un osso pubico pronunciato che non gradisce dimensioni troppo grandi. Per fortuna il dodil lo puoi rimodellare come preferisci ed allora ho cambiato strategia.

 

Ho provato con una forma più allungata, stretta e leggermente ricurva. E stato piacevole però non mi soddisfaceva abbastanza. Allora ne ho provato un altra. Non so se tutte sarebbero entusiaste quanto me di poter sperimentare in questo modo ma a me ha divertito tantissimo! Se non avete idea di come darli forma sul sito del dodil e sui loro social potete trovare molte forme per ispirarvi. Tornando a noi. Arriviamo a quella che è stata la perfezione. Credo che il mio dodil resterà così nei secoli dei secoli. Se mai avessi voglia di modellare ne comprerò un altro ma questo resta così!

Ed ecco a voi il miracolo

Punta stretta, forma ricurva che non solo arriva al mio punto G ma riesce a farlo impazzire dal piacere, forma via via più ampia verso la base che stimola le pareti vaginali… E il dildo perfetto. Ovviamente parlo per me, per quella che è la mia esperienza. Quello che piace alla mia vagina non è necessariamente quello che piacerebbe alla vostra. Ma la cosa bella del dodil è che puoi cambiarlo, e cambiarlo, e cambiarlo fin quando non trovi la forma perfetta! Ne compri solo uno ma è come se ne avessi una marea a disposizione!

In conclusione

Il dodil è promosso a pieni voti! Una compagnia innovativa, attenta ai propri clienti e che ha a cuore l’ambiente. Un dildo che puoi trasformare in una forma diversa ogni volta che ne hai voglia. Consigliato a chi ha voglia di sperimentare e scoprire quale forma si adatta al proprio corpo.

L’unica nota negativa potrebbe essere il fatto che prima di usarlo, se non ha già la forma pronta, bisogna perdere una quarantina di minuti.. Quindi per una cosa veloce non è proprio adatto.. Ma se come me dopo varie prove (o magari già dalla prima! Urrà per voi!) trovate quella forma perfetta che riesce a darvi orgasmi da sogno.. Allora non avrete più bisogno di cambiargli forma per un pò e potrete usarlo immediatamente quando ne avrete voglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *