Coppetta mestruale: le basi ed i motivi per cui sceglierla

Che cos’è la coppetta mestruale?

La coppetta mestruale è un’alternativa ecologica ad assorbenti e tamponi. A forma di coppetta per l’appunto, con dei fori lungo il bordo, si inserisce nella vagina e raccoglie il sangue del mestruo. E riutilizzabile fino a 10 anni, ed ha un costo molto inferiore rispetto agli assorbenti nel lungo periodo. Dona estrema libertà, niente più cattivi odori nè irritazioni. Se inserita correttamente è come non averla! Dico davvero.. Io non la sento minimamente. Nei giorni di flusso leggero dimentico di avere le mestruazioni. E la cosa più bella è poter avere rapporti orali anche in quei giorni. L’orgasmo aiuta ad alleviare i crampi ed il mio compagno è più che felice di aiutarmi..

La frequenza con cui svuotare la coppetta dipende dal flusso. Se avete un flusso abbondante la svuoterete più spesso altrimenti potete tenerla su tutto il giorno, fino ad un massimo di 12 ore. Appena comprata la dovete sterilizzare, facendola bollire in un pentolino per 5 minuti oppure in microonde. Io preferisco il microonde. E più veloce e semplice per me. Quando dovete metterla o toglierla lavate bene le mani in modo da non inserire batteri.

Di che materiale è fatta?

La coppetta è perfettamente sicura da usare. La trovate in silicone anallergico, silicone platinico ed elastomero termoplastico (TPE). Ora so di aver scritto che l’elastomero termoplastico è un materiale non sicuro per i sex toys. Ma TPE è un termine generico, e quello utilizzato per le coppette mestruali è sicuro e soprattutto sterilizzabile. Viene usato anche nella produzione di biberon e ciucci per bambini. Quindi potete stare tranquille. Vale però la stessa regola dei sex toys. Comprare SOLO da compagnie sicure. Niente acquisti di prodotti cinesi o su Amazon. Infatti anche in questo caso le compagnie potrebbero scrivere cose non veritiere sulle confezioni. Comprate soltanto quelle certificate.

I prezzi non sono estremamente alti. Con 20 euro (a volte anche meno grazie agli sconti) potete acquistarne una sicura e certificata. Pensate alla coppetta come ad un investimento. Sì, spendete 20/30 euro ma la potrete utilizzare per i prossimi 8/10 anni. Quanto grande sarà il risparmio rispetto al prezzo iniziale? Comprare un prodotto cinese che non ha certificazioni solo per risparmiare una decina di euro è fuori discussione. Mi rendo conto che per qualcuno anche 30 euro sono tanti. Soprattutto se non si ha la sicurezza di trovarsi bene con la coppetta. Ho avuto anche io gli stessi dubbi per via del prezzo. Ma i problemi che un materiale potenzialmente tossico e pericoloso possono portare costeranno molto di più. Quindi aspettate qualche altro mese, mettete da parte e compratene una certificata.

Come usarla?

La coppetta è elastica quindi è posibile chiuderla in svariati modi. Con una ricerca veloce su Youtube troverete vari tutorial su come inserirla (ecco un esempio). Ci vuole solo un pò di pratica e manualità ma vi assicuro che non è niente di complicato. La piegate, inserite dentro e lei si apre con uno scatto. Controllate che si sia posizionata bene. Ossia che la cervice sia dentro la coppetta. E molto semplice, basta passare il dito sul suo bordo per rendersi conto se la posizione è giusta. Per toglierla invece schiacciate leggermente il culetto per farle perdere il sottovuoto. La svuotate, sciacquate, o pulite con un fazzoletto se siete fuori casa, e la inserite di nuovo. Dopo la fine del mestruo mettetela da parte in un sacchetto di cotone.

Per quale motivo usare la coppetta mestruale?

I motivi sono sempre personali. Per me il motivo principale è stato ecologico. Con gli assorbenti interni ed esterni produciamo tonnellate di rifiuti. Usando la coppetta mestruale non produciamo più tutta quella spazzatura e per me è stato fondamentale nella scelta. Ma non è l’unico aspetto positivo. La coppetta mestruale è anche economica. Molto economica rispetto agli assorbenti. Inoltre è perfettamente sicura. La sensazione di pulito è fenomenale. Davvero dovete provarla. Ero convinta che il cattivo odore fosse dato dal sangue invece erano gli assorbenti! E stata una rivelazione. Ho annusato l’interno della coppetta svariate volte prima di convincermi.. Si con il sangue dentro.. E non c’era cattivo odore. E stato fantastico.

Resta un’ultima domanda: quale comprare?

Questa è una domanda più difficile. Solitamente i produttori suddividono le coppette in due categorie: la misura 1 (quella più piccola) per chi ha meno di 30 anni e non ha avuto parti naturali; la misura 2 (quella più grande) per chi ha più di 30 anni o ha avuto parti naturali. In realtà la scelta dipende anche da altri fattori. Per esempio l’altezza della cervice, la quantità del flusso ed il pavimento pelvico. Se avete una cervice alta dovrete preferire una coppetta più lunga, altrimenti sceglietene una più bassa. Prendete una coppetta più grande in caso di flusso abbondante (non siate però così sicure di avere un flusso abbondante. Molte persone scoprono di avere un flusso nella norma, semplicemente gli assorbenti non permettono di vedere la quantità effettiva di sangue). Infine se avete un pavimento pelvico tonico prendete una coppetta tonica e scattante. Altrimenti prendete una coppetta morbida. Potete dare un occhiata qui per sceglierne una. Ci sono tutte le informazioni utili su capienza, morbidezza e materiali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *