Sex toys e sicurezza: come capire quale acquistare?

Sex toys sicuri, parliamone

Partiamo sempre dal presupposto che se un’oggetto è in commercio deve essere necessariamente sicuro. Soprattutto quando si tratta di oggetti che vengono inseriti dentro il nostro corpo. Invece non sempre è così e dobbiamo imparare a tutelarci.

L’industria dei sex toys non è ancora regolamentata perciò il produttore può scrivere qualunque cosa sulla confezione. Spesso troviamo scritto “silicone” quando magari il sex toy in questione ne contiene solo una minima parte, mentre il resto è plastica. Oppure troviamo scritto “phtalates free”, ossia senza ftalati (sostenze tossiche e potenzialmente cancerogene). Ma non possiamo avere la certezza che sia così. Ed anche se non ci fossero ftalati, ci sono tantissime altre sostanze irritanti e pericolose che potrebbero essere presenti.

La presenza di queste sostanze non è il solo problema. Mettiamo il caso che siano veramente privi di sostanze tossiche. Resta il problema della porosità. Un sex toy poroso ha tanti fori microscopici che trattengono virus, batteri e funghi. Non è possibile sterilizzarli completamente in nessun modo. Quindi ogni volta che veniamo a contatto con la loro superficie stiamo introducendo nel nostro corpo batteri e virus. Non mi sembra una bella idea no?

Certo alcuni pensano che basta metterci un preservativo sopra ed il problema è risolto! Non sappiamo se sia così. Non sono stati effettuati ancora abbastanza studi per dimostrarlo. Ma nel dubbio preferisco comprare sempre sex toys sicuri..

Quindi quali sono questi materiali sicuri?

I materiali sicuri (e non porosi) sono: silicone, acciaio inox, vetro, legno, ceramica, alluminio, pietra, platino, plastica ABS.

Il problema è che la maggior parte dei sex toys invece sono prodotti con materiali non sicuri (e porosi). Quindi fate tantissima attenzione alle etichette ed evitate tutti quelli che comprendono: PVC, jelly, jellee, elastomeri, gomma “sicura per la pelle”, gomme ed elastomeri termoplastici, vinyl, uno qualunque di questi uniti al silicone, SEBS, cyberskin, UR3, neoskin, fauxflesh, fanta flesh.

Come capire se un sex toy è sicuro?

Bene, ora che abbiamo chiarito perché è importante la scelta del materiale e quali sono quelli sicuri, come facciamo a sapere quale comprare? E un’ottima domanda visto che spesso i produttori mentono sulla reale composizione dei sex toys. Ci sono però alcune cose che possiamo fare per ridurre il pericolo.

  • Ricerca sul produttore

E non mi riferisco alla “popolarità” perché tantissimi sex toys porosi sono estremamente popolari. Fate invece una ricerca per capire che tipo di materiale usano e dove producono. Leggete recensioni di sex bloggers affermate che lavorano nell’industria da anni. Hey Epiphora è un ottimo inizio. Sul suo blog ha una sezione dei migliori sex toys ed una pagina (Toybox) con tutta la sua collezione di sextoys (ben 600+!!).

Alcuni produttori ottimi da cui comprare sono LELO, Fun Factory, Godemiche, njoyWe-Vibe. Certo i prezzi sono un pò alti rispetto a quelli in PVC o altri materiali porosi però la loro qualità è nettamente superiore. Durano un’eternità e vi assicuro che ne vale la pena!

  • Osservare attentamente

Usate i vostri sensi per capire cosa avete davanti. Se alla vista il sex toy è trasparente, molto morbido ed elastico siate certe che non è prodotto con materiali sicuri. Il silicone ha una capacità elastica limitata e decisamente non può essere trasparente. Se ha un odore molto forte e sgradevole, di plastica, decisamente non è sicuro. I materiali sicuri che ho elencato non hanno nessun odore.

Quando lo toccate sentite una sensazione appiccicosa? Le mani sono oleose dopo averlo maneggiato? E colpa degli adittivi chimici pericolosi aggiunti alla plastica per renderla più morbida. E di certo non vogliamo quella roba dentro di noi. Infine assaggiatelo. Un sex toy sicuro non deve avere nessun sapore. Se la vostra lingua o le labbra hanno una sensazione di formicolio, se il gusto è orribile, non comprate quel sex toy! Ricapitolando cercatene uno che non abbia nessun odore, nessun sapore, che non perda sostanze oleose e che non sia trasparente e/o molto elastico.

  • Infine per i coraggiosi usate una fiamma

Si si lo so. Sembra un consiglio assurdo. Chi darebbe fuoco ai sex toy? Invece a quanto pare anche questo potrebbe essere un metodo per scoprire se quello che avete tra le mani è silicone puro. Ovviamente la fiamma usata deve essere molto bassa, come un accendino o meglio ancora un fiammifero. Avvicinate soltanto la parte più alta della fiamma possibilmente alla base del prodotto per pochi secondi. Un sex toy di silicone puro presenterà danni minimi, produrrà un pò di cenere, una macchia nera che sarà possibile pulire o non presenterà cambiamenti.

Al contrario uno prodotto con un materiale non sicuro prenderà fuoco e/o si scioglierà e perderà la forma nel punto in cui avete avvicinato la fiamma. DangerousLilly ha scritto ampiamente di questo argomento qui e qui. C’è anche un video dove potete vedere come si comportano i sex toys di silicone e quelli di materiali dubbi. Informatevi bene prima di fare qualsiasi esperimento e tenete sempre un secchio di acqua vicino nel caso in cui il sex toy possa prendere fuoco.

La vostra salute viene prima di tutto.

Investite in un sex toy sicuro che non si romperà di certo dopo due settimane e che non vi provocherà irritazioni, eruzioni cutanee o peggio ancora. Magari approfittate degli sconti durante le feste e comprate un vibratore/dildo di qualità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *