BDSM: una breve introduzione

BDSM: introduzione

Partiamo dalle basi:

Il termine BDSM sta per Bondage e Disciplina, Dominazione e Sottomissione, Sadismo e Masochismo. A differenza di quello che è l’immaginario comune, il bdsm non è tutto frustini, catene e torture varie. Ma include una serie di pratiche che variano a seconda di ciò che eccita i partecipanti.

Ad alcuni può interessare l’aspetto psicologico, dominare oppure essere sottomesso. Alcuni si eccitano quando infliggono dolore oppure quando lo provano. Altri ancora adorano essere legati. E altri ancora amano i giochi di ruolo oppure il pet play. Spesso si è interessati solo ad alcuni aspetti e va benissimo così! Non è necessario amare tutte le lettere dell’acronimo per poter fare BDSM!

Sicuro, sano e consensuale

E il motto della comunità BDSM. Ciò che sembra un abuso ed una violenza ad uno spettatore esterno, in realtà è stato discusso in precedenza dai partecipanti ed è ciò che tutti desiderano. Infatti prima di una “scena” spesso si discute dei desideri di ognuno e di cosa ci si aspetta dall’incontro. Quali sono le cose che eccitano? E quali sono invece i limiti assoluti? Perché giustamente i limiti e le fantasie cambiano da persona a persona. Ed è molto importante parlarne prima e conoscere le aspettative del/dei partner.

Oltre ai limiti è necessario stabilire una parola di sicurezza nel caso in cui uno dei partecipanti volesse smettere immediatamente. La parola di sicurezza può essere una qualsiasi. Appena viene pronunciata i giochi devono interrompersi immediatamente e ci si deve assicurare che la persona che l’ha detta stia bene. Spesso si usa un sistema di colori:

  • verde: è fantastico! Continua a fare quello che stai facendo!
  • giallo: non sono sicura/o di cosa ne penso.. puoi continuare ma non aumentare l’intensità perché sono quasi al limite
  • rosso: fermati subito!
  • e nel caso in cui non è possibile parlare si usa un segnale, come uno schiocco delle dita o dei colpi sul materasso

Per finire ogni atto deve sempre essere consensuale. Ed il consenso può essere revocato in qualsiasi momento. Non importa quanto siete andati avanti o se è qualcosa che avete già fatto, se l’altra persona dice no si smette subito.

Come introduco il BDSM nella mia relazione?

Come dicevo il BDSM include un’infinità di pratiche, dal gioco di ruolo, al bondage, alla dominazione e sottomissione. Se sei curiosa di esplorare una fantasia che hai il primo passo è parlarne col partner. Introduci l’argomento casualmente, magari dicendo che hai letto un qualche articolo molto interessante e sei curiosa di sapere cosa ne pensa.. Oppure se preferisci parlane apertamente. Spiegando le tue fantasie e chiedendogli quali sono le sue..

Dopo aver capito quali sono le cose che volete provare fate una lista di limiti estremi. Quali sono le cose che non volete assolutamente fare? E invece quelle che desiderate assolutamente fare? Quali sono le sensazioni che desiderate? Decidete quindi una parola di sicurezza che fermerà i giochi in caso di necessità. Perché quando si tratta di giochi BDSM è facile farsi trascinare dal momento.. Soprattutto quando siete all’inizio ed ancora in fase sperimentale. Ricordate le parole d’ordine! Sicuro, sano e consensuale!

Alla fine di una sessione molto intensa prendetevi cura del partner. E importante soprattutto in caso di giochi di dominazione e sottomissione e sadismo e masochismo. Di cosa ha bisogno il vostro partner? Coccole? Una tazza di cioccolata calda? Un bel film sotto le coperte?

Ed infine mantenete viva la conversazione! Continuate a parlarne, delle esperienze che avete appena vissuto (cosa vi è piaciuto, cosa no) e delle fantasie future (cose da provare e come provarle). Divertitevi e ricordate che non ci sono schemi predefiniti! Il BDSM cambia a seconda di chi lo vive. Si può essere dominanti, sottomessi o entrambi! Nessuno vi obbliga a restare sempre nello stesso ruolo. I vostri desideri sono l’unica guida!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *